Non stiamo scherzando: esiste davvero un premio “IgNobel”, assegnato dal 1991 alle ricerche più stravaganti.

L’organizzazione è opera della rivista Annals of Improbable Research, grazie al finanziamento delle associazioni di Fantascienza e degli studenti di Fisica dell’Università di Harvard. Sono dunque riconoscimenti assegnati alla “scienza da ridere” pescando, in genere, tra le pubblicazioni scientifiche di riviste del tutto autorevoli che hanno trattato temi insoliti, stravaganti e immaginifici.

Ebbene, quest’anno il board dell’evento ha deciso di assegnare ai “leader mondiali” il premio per la gestione della pandemia, con la seguente motivazione: “Nel pieno di una pandemia la politica può più della scienza per quanto riguarda vita e morte di una popolazione”.

Finalmente quanto meritavano Bolsonaro, Johnson, Trump e altri.

Lascia un commento

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui