Il termine deriva ovviamente da ‘droga’ e indica la bottega del droghiere. Ma chi è (o era?) il droghiere?

È il negoziante che vende al minuto spezie e altri generi coloniali, detti in passato appunto ‘droghe’. Il termine ‘droga’ deriva forse dall’olandese ‘droog’ «secco» ed è nome di varie sostanze vegetali secche, aromatiche (meglio dette spezie), usate per dare maggior sapore alle bevande o ai cibi. Ad esempio cannella, noce moscata, pepe, vaniglia, garofano; tutti prodotti che, per la loro provenienza, erano detti in passato anche ‘coloniali’.

Nel linguaggio corrente ha tuttavia cominciato ad indicare, negli ultimi decenni, qualsiasi sostanza capace di modificare temporaneamente lo stato di coscienza o comunque lo stato psichico dell’individuo (dunque stupefacenti, allucinogeni, barbiturici, psicostimolanti). Così al droghiere si è sostituito il pusher…

Lascia un commento

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui